SISC

Società Italiana per lo Studio delle Cefalee

SISC

Società Italiana per lo Studio delle Cefalee

Lettera ai Soci

Carissimi Soci,

Nell’imminenza dell’inizio del 34° Congresso nazionale vorremmo condividere con tutti voi alcune note su ciò che è stato fatto dal Consiglio Direttivo (in collaborazione con il Centro Studi, la Scuola delle Cefalee e i Gruppi di Lavoro) in questo difficile anno purtroppo funestato dalla pandemia di COVID-19. 

Innanzi tutto, il Congresso che doveva tenersi a Torino, e che si terrà in forma virtuale (ma il logo ricorda l’amatissima città, sede di un’antica e prestigiosa scuola scientifica e clinica sulle cefalee), sarà per questo una sfida, ma costituirà anche un’opportunità testimoniata dal fatto che moltissimi soci e colleghi si sono iscritti. Le relazioni ed i dibattiti rimarranno on line per 6 mesi e potranno rappresentare un forum continuo di confronto e di crescita. Un focus particolare del Congresso sarà dedicato agli aspetti scientifici, clinici e regolatori (questi ultimi notevolmente complessi) relativi ad una delle più grandi innovazioni degli ultimi decenni della fisiopatologia e terapia dell’emicrania, rappresentata dalla possibilità di cura con anticorpi monoclonali anti-CGRP o suo recettore e dall’imminente arrivo dei gepanti (piccole molecole antagonisti del recettore del CGRP) e ditani (agonisti del recettore per la serotonina 5-HT1F). 

Tra le molte iniziative SISC dedicate alla ricerca clinica di quest’anno voglio solo ricordare la cartella clinica informatizzata che ha permesso di allargare lo studio RICe (Registro Italiano Cefalee) a ben 56 Centri Cefalee italiani, raccogliendo una vasta casistica costituita da migliaia di pazienti. La cartella clinica informatizzata per pazienti in età pediatrica verrà completata a breve. Con questi strumenti è stato possibile effettuare con grande rapidità e efficacia studi multicentrici sull’impatto del COVID-19 sull’emicrania in età adulta e pediatrica.

Quest’anno si è anche concluso l’iter dell’approvazione bipartisan della legge che identifica l’emicrania come malattia sociale. Nel ringraziare i colleghi, in particolare delle sezioni Triveneto ed Emilia-Romagna, che si sono prodigati per stimolare il parlamento a perseguire questa fondamentale iniziativa, sottolineo l’importanza che finalmente il nostro paese riconosca il severo impatto che questa malattia ha sulla vita di milioni di pazienti.

Infine, vorremmo condividere con voi alcuni passaggi che intendiamo percorrere per arrivare tra poco più di un anno alla proposta di unificazione di SISC e Anircef, per ricreare, dopo quasi 20 anni di divisione, un’unica e coesa comunità di clinici, ricercatori e studiosi nel campo delle cefalee che insieme rappresentino l’eccellenza che Italia ha avuto e continua ad avere in questo campo della medicina. Dopo più di 45 anni dalla fondazione a Firenze della SISC, a quel tempo l’unica società che riuniva tutti i cultori della materia, siamo particolarmente lieti di vivere nel tempo in cui questa antica frattura potrà essere ricomposta. In breve, verso la fine di Novembre 2020/primi di Dicembre, dopo ampia pubblicizzazione e discussione verrà indetta un’assemblea straordinaria SISC che ci impegniamo fortemente a tenere in presenza a Firenze in cui verrà proposta l’unificazione delle due società. Nei primi di dicembre 2020 si terrà analoga assemblea Anircef. Per sviluppare il più ampio e vivace dibattito possibile su questo tema utilizzeremo due strumenti: assemblee delle sezioni regionali, che dovrebbero essere gestibili anche in tempi di COVID-19 (a luglio scorso, i Coordinatori regionali hanno già avuto mandato di organizzarle); un blog dedicato a questo tema che verrà attivato a partire dai primi di ottobre. Il percorso giuridico, organizzativo e finanziario verrà guidato oltre che dall’attuale Presidente e a breve dal Presidente Eletto, Prof. Paolo Calabresi, per arrivare al Congresso congiunto con i colleghi Anircef che, speriamo vivamente, anche questo possa tenersi in presenza, ad Ottobre/Novembre 2021 e durante il quale prenderà vita la nuova società unificata con l’elezione degli organi direttivi.

Sarà un percorso non semplice in cui potrebbero emergere problematiche di varia natura, ma siamo sicuri che sarà anche un momento di ulteriore crescita e rilancio di una lunga e appassionante storia che ci ha visto (alcuni di noi da molto tempo) dedicati allo studio e la comprensione di malattie misteriose ed elusive come l’emicrania o la cefalea a grappolo e le altre cefalee. E proprio perché, anche grazie al contributo della nostra ricerca, queste stesse sono oggi comprese ed affrontate meglio che in passato, è fondamentale che il nostro paese possa tornare a parlare con una voce sola e riacquisire quel ruolo primario che i nostri maestri erano stati capaci di ottenere nello scenario internazionale.

Aspettandovi tutti al 34° Congresso, vi inviamo i più cari saluti,

Pierangelo Geppetti
Paolo Calabresi
Francesco Pierelli
Gianluca Coppola
Franco Granella
Giorgio Dalla Volta
Marina de Tommaso
Edoardo Mampreso
Maria Pia Prudenzano
Vincenzo Raieli
Massimiliano Valeriani

« Torna all'Elenco News

Contatti
SISC - Società Italiana per lo Studio delle Cefalee
Registro Persone Giuridiche - Prefettura di Firenze - n. 534/2011
  • Indirizzo:
    Sede Amministrativa:
    Casella Postale 17, Succursale 3
    06123 Perugia, Italy

    P.IVA 05057860487 C.F. 01529430488
  • Telefono: 075 585 8181 (dal lunedì al giovedì: orario: 8:30 - 13:00)
  • Fax: 075 578 4229
  • Email: sisc@sisc.it
Cerca nel sito

Inserisci le parole di tuo interesse e seleziona il pulsante "Cerca"

Newsletter SISC

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti e novità sulle attività SISC

© 2014. SISC Società Italiana per lo Studio delle Cefalee. All rights reserved. Partita IVA 05057860487 - Codice Fiscale 01529430488
Tutela della privacy - Informativa sui cookie - I miei consensi